Attualità

Il Consiglio federale riconosce la necessità d'intervento

22 agosto 2018

Il Consiglio federale ha pubblicato oggi il suo controprogetto indiretto all'Iniziativa per prezzi equi. I promotori sono soddisfatti che il Consiglio federale abbia accolto le loro richieste principali e ritenga finalmente opportuno procedere per contrastare i «supplementi Svizzera» ingiustificati. Tuttavia, il progetto posto in consultazione non affronta tutte le richieste dei promotori, i quali ritengono pertanto necessari alcuni adattamenti del progetto.

Comunicato stampa del 22 agosto 2018

 

I promotori accolgono sostanzialmente con favore il controprogetto indiretto all'iniziativa "Per prezzi equi"

9 maggio 2018

Il Consiglio federale intende contrapporre all'iniziativa "Per prezzi equi" un controprogetto indiretto che contenga provvedimenti nei confronti di imprese che detengono una posizione di forza sul mercato. I promotori dell'iniziativa "Per prezzi equi" ritengono che questo controprogetto vada nella direzione giusta, ma attendono il messaggio del Consiglio federale per esprimere una valutazione definitiva.

Nel comunicato del Consiglio federale non si accenna al cosiddetto geoblocco: eliminare dalle procedure di ordinazione su Internet le pratiche discriminatorie nei confronti di chi acquista dalla Svizzera è però anch'essa un'istanza ben salda nel testo dell'iniziativa "Per prezzi equi". I promotori dell'iniziativa si aspettano dunque dal Consiglio federale che proceda con decisione contro i geoblocchi.

Comunicato stampa del 9 maggio 2018

 

La Cancelleria federale conferma: l’Iniziativa per prezzi equi è formalmente riuscita

19 gennaio 2018

L’iniziativa popolare federale «Stop all’isola dei prezzi elevati – per prezzi equi (Iniziativa per prezzi equi)» è formalmente riuscita: secondo il comunicato stampa emesso il 19.01.2018 dalla Cancelleria federale, delle 108’441 firme depositate, 107’889 sono valide. Il Consiglio federale ha ora 12 mesi di tempo per sottoporre al Parlamento una proposta di presa di posizione in merito all’Iniziativa per prezzi equi. Se il Consiglio federale proporrà una controproposta all’iniziativa, il termine verrà prorogato a 18 mesi. Il dossier sottostà alla responsabilità del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR).

In seguito, il Parlamento si consulterà con il Consiglio federale in merito all’iniziativa e alle rispettive proposte.

 

Riuscita l’Iniziativa «per prezzi equi»

12 dicembre 2017

Popolo e Cantoni possono lottare contro i prezzi artificiosamente alti

L’iniziativa popolare federale «Stop all’isola dei prezzi elevati – per prezzi equi (iniziativa per prezzi equi)» è stata consegnata il 12 dicembre 2017 con 107'908 firme valide. L’iniziativa popolare getta le basi per l’adozione di misure legali efficaci contro l’isola dei prezzi elevati.

Comunicato stampa

L’iniziativa «per prezzi equi» sarà realizzata

L’iniziativa «per prezzi equi», una dichiarazione politica contro l’isola dei prezzi elevati in Svizzera, sarà realizzata. Le firme raccolte, in corso di autenticazione da parte dei Comuni, sono già più di 120’000. La presentazione dell’iniziativa popolare è prevista per la metà di dicembre 2017.
Link Giornale del Popolo

Prezzi troppo alti in Svizzera - Firmate L'iniziativa "Per prezzi equi"

Ogni anno gli svizzeri fanno acquisti all'estero per 11 miliardi di franchi. Una cifra impressionante che potrebbe anche essere ridotta, se ci fossero prezzi più bassi da noi. Da anni le associazioni dei consumatori protestano contro i prezzi troppo alti dei prodotti
importati. Consumatrici e consumatori hanno ora una possibilità concreta di lottare contro l'isola svizzera dei prezzi elevati grazie all'iniziativa 'Per prezzi equi" che intende opporsi ai prezzi artificiosamente alti rispetto a quelli dei paesi che ci circondano.
L'ACSI Io sostiene da anni: certe differenze di prezzo possono essere giustificate, in particolare se causate da costi di produzione e di distribuzione più elevati. Altre vanno invece combattute perché sono il frutto di un "supplemento Svizzera" applicato a molti prodotti importati abusando del nostro potere d'acquisto.

Fonte: la borsa delle spesa

 

mehr lesen

Volata finale per la seconda giornata di raccolta delle firme a livello nazionale

L’8 settembre 2017 si terrà la seconda giornata di raccolta delle firme a livello nazionale per l’iniziativa «Per prezzi equi». L’associazione promotrice organizza la raccolta per strada delle firme in più città svizzere.

 

Sono già state raccolte più di 90’000 firme. Affinché l’iniziativa possa effettivamente disporre delle necessarie 100’000 firme valide, l’esperienza insegna che ne debbono essere raccolte oltre 120’000. Per questo, un ulteriore sforzo nella raccolta è decisivo. Scopo dei promotori è trasmettere alla Cancelleria federale le firme autenticate per la fine del 2017.

 

L’iniziativa «Per prezzi equi» intende far sì che le imprese svizzere possano acquistare i prodotti di fornitori esteri agli stessi prezzi di cui beneficiano gli acquirenti che operano negli altri stati.